Come fare remarketing online

Condividi questo post: Facebook Twitter Linkedin Email WhatsApp Telegram
Come fare remarketing online

Ogni azienda ha come obiettivo la vendita. Le vendite possono arrivare al primo colpo, al termine di una lunga trattativa come alla seconda o alla terza visita a prescindere che si tratti di un e-commerce o di un negozio fisico.

Se fai di tutto per mettere un costante segno “più” davanti al numero delle vendite su e-commerce devi preparare una strategia di remarketing online. Ogni canale ha le proprie peculiarità. Il remarketing ti permette di:

  • Intercettare chi ha visitato il sito o l’e-commerce;
  • Rivolgerti a chi si è iscritto alla newsletter (da sito internet, social, landing page e qualsiasi altro supporto);
  • Riaccendere l’attenzione di chi ha interagito con i tuoi post social o con gli annunci Google Ads;
  • Creare attività di remarketing ad hoc per coloro che hanno interagito con una particolare sezione del tuo sito o contenuto.

Qualche consiglio pratico sui canali del remarketing online

Fare remarketing online significa dare al potenziale cliente una nuova opportunità di soddisfare il proprio bisogno attraverso il prodotto o servizio che stai promuovendo.

Le campagne di remarketing si basano sul pubblico, quindi ogni dato che raccogli va utilizzato nel modo corretto: rispettando normative vigenti e richiedendo informazioni mirate. Questo è il punto focale di ogni campagna di remarketing per e-commerce. In questo momento decidi chi riconquistare e con quale tipo di comunicazione e supporto farlo.

Remarketing con Facebook

Quando lavori con il remarketing su Facebook comincia dall’inserimento del Pixel, una stringa di codice che ti permette di tenere traccia del comportamento delle persone sulle pagine web a partire da una call to action realizzata su Facebook. Altra funzionalità è quella di lavorare sulla lista di remarketing (cioè le persone che hanno interagito con un tuo contenuto senza poi completare l'azione richiesta come una visita al sito) e a partire da questa basare una campagna di lookalike creata su profili che hanno caratteristiche molto simili a quelli che compongono la lista di remarketing.

Remarketing con GoogleAds

Tra tutte le modalità che puoi scegliere per il remarketing online su Google Ads, le più interessanti sono quella del remarketing video, dedicato a chi ha interagito con i tuoi contenuti o altri di simili su YouTube e quello della rete display rivolto a chi ha già visitato il tuo sito e lo ha abbandonato proseguendo la ricerca altrove.

Remarketing attraverso email

Le email agevolano le strategie di remarketing per e-commerce. Avendo a disposizione i dati riguardo i comportamenti tenuti dall’utente sul sito, è possibile inviare attraverso una newsletter messaggi personalizzati che ripropongano i prodotti visualizzati dall’utente. Un incentivo ulteriore può essere dato dall’invio di offerte esclusive inerenti la categoria di prodotto visualizzata. Il remarketing attraverso mail è un tipo di comunicazione dedicata al singolo utente e alle sue azioni sul tuo sito di vendita e per questo molto efficace.

Il remarketing online rende al massimo se inserito all’interno di una strategia che prevede generazione di traffico, pubblico e domanda del prodotto o servizio. In questo contesto il remarketing per e-commerce ottimizza e fa rendere al meglio il traffico generato al tuo sito web.

Conosci i tuoi prodotti, il tuo pubblico e vuoi mettere il segno più alle vendite del tuo sito? Cominciamo!


Condividi questo post:
Facebook Twitter Linkedin Email WhatsApp Telegram